L'acqua di rubinetto degli alberghi ha sempre lo stesso sapore

Da quando ho iniziato questo lavoro ho dormito e credo dormirò poche volte nel letto di casa mia.

Ho visto e credo vedrò ancora più alberghi io di una persona che viaggia normalmente in due o tre anni.

Aerei, auto, treni; migliaia di chilometri.

Ho incontrato, parlato non so quante volte dovrò incontrare, parlare ancora con centinaia di persone diverse che spero abbiano apprezzato e apprezzeranno ciò che dico e che mi ascolteranno con interesse.
Ho sempre viaggiato moltissimo per lavoro, ma mai come in questo periodo.

E questo mi porta ad una strana, stupida  riflessione.

Te ne accorgi quando fai la doccia o ti immergi nella vasca da bagno la mattina presto prima di scendere a fare colazione; la stessa cosa quando rifai la doccia o ti rimmergi  nella vasca da bagno la sera tardi prima di andare a dormire, e quando ti lavi i denti.

A Romagnano Sesia, a Orbassano, a Torino, a Milano, a Mortara, a Lavena Ponte Tresa, a Bellinzona nel Canton Ticino a Follina nel trevigiano, ad Arezzo, a Cecina, a Livorno, a Terni e Reggio Calabria:  

L'acqua di rubinetto degli alberghi ha sempre lo stesso sapore.

Sa di bucato.

Anche se non ne ho mai leccato uno, sa di accappatoi, di asciugamani, di federe di cuscini, di lenzuola.

Non so spiegare bene di cosa sa.

Comunque sa di acqua di albergo.

Ecco!

 Pop web site © Di calcio e d'altre nuvole

 

Agendina Sole 24 ore neutrajpg